Tessera Sanitaria - Carta nazionale dei servizi: nuova versione e novità

Semplificazione per il cittadino con l'eliminazione del logo della regione di assistenza: si potrà attivare la componente CNS presso ogni punto di attivazione nazionale

Data di pubblicazione:
30 Marzo 2022
Immagine non trovata

Nella Gazzetta Ufficiale dello scorso 22 marzo 2022 è stato pubblicato il decreto interministeriale che contiene le nuove caratteristiche tecniche di produzione della Tessera Sanitaria - Carta nazionale dei servizi (TS-CNS).

Tessera sanitaria: cos'è e a cosa serve

Viene rilasciata a tutti gli assistiti del Servizio Sanitario Nazionale (SSN) e viene prodotta, emessa e consegnata gratuitamente dal Ministero dell’Economia e delle Finanze in accordo con il Ministero della Salute.

Ha validità fino a 6 anni e viene inviata automaticamente, in prossimità della scadenza, all’indirizzo del domicilio fiscale dell’assistito dell’SSN presente in Anagrafe Tributaria.

Il domicilio fiscale coincide, di norma, con la residenza ed è aggiornato dal Comune di residenza dell’assistito tramite l’Anagrafe Nazionale della Popolazione Residente (ANPR).

La Tessera comprende anche un microchip, chiamato “Carta Nazionale dei Servizi” (TS-CNS), che oltre alle prestazioni sanitarie normalmente fruibili, permette al cittadino anche l’accesso ai servizi offerti in rete dalla Pubblica Amministrazione, in assoluta sicurezza e nel rispetto della privacy.

Le novità

Il decreto appena pubblicato introduce alcune modifiche grafiche al layout della Tessera Sanitaria: è previsto che le nuove Tessere Sanitarie – Carta Nazionale dei Servizi saranno prodotte senza la stampa del logo della regione di assistenza riportato sul fronte della stessa, sostituendo progressivamente le tessere TS-CNS emesse in precedenza con i loghi regionali.

Per il cittadino

Il cittadino, quindi, potrà attivare la componente Carta Nazionale dei Servizi della TS-CNS presso ogni punto di attivazione del territorio nazionale messo a disposizione dalle Regioni e Province Autonome secondo l’organizzazione delle singole realtà territoriali, senza la necessità di far riferimento ai soli punti di attivazione della regione di assistenza indicata nel logo della TS-CNS.

La Tessera continuerà comunque a venire inviata automaticamente 2 mesi prima della sua scadenza all’indirizzo del cittadino assistito dal Servizio Sanitario Nazionale presente nell’Anagrafe tributaria.

A partire da giugno 2020, inoltre, in caso di furto, smarrimento e deterioramento della tessera, è possibile ottenere una copia digitale in format PdF della Tessera, scaricabile online sul sito www.sistemats.it, nell'attesa della sua spedizione via posta.

Fonte: Omnia del Sindaco

Ultimo aggiornamento

Giovedi 21 Aprile 2022